Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano e Museo Centrale del Risorgimento

ISTITUTO PER LA STORIA
DEL RISORGIMENTO ITALIANO
E MUSEO CENTRALE DEL RISORGIMENTO

Vittoriano – 00186 ROMA – Tel. 06.6793526 – 06.6793598
Fax 06.6782572
Sito Internet: www.risorgimento.it
Posta elettronica: ist.risorgimento@tiscalinet.it

L’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano è nato nel 1935, per la fusione, avvenuta l’anno precedente, di due Enti risalenti al 1906: la Società Nazionale per la Storia del Risorgimento (privata) e il Comitato Nazionale per la Storia del Risorgimento (statale). Al pari degli altri Istituti storici nazionali, fa parte della Giunta Centrale per gli Studi Storici e si riferisce al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, con autonomia scientifica, amministrativa e contabile. La sede centrale cura direttamente l’Archivio e il Museo. L’Istituto pubblica cinque collane per la sua Biblioteca Scientifica («Fonti», «Memorie», «Atti dei Congressi», «Repertori», «Prospettive») e la Rassegna Storica del Risorgimento (trimestrale). La rivista è inviata gratuitamente ai circa 2.400 soci, distribuiti in oltre 70 Comitati provinciali e in 12 gruppi di studio all’estero. L’Istituto organizza ogni due anni un Congresso con larga partecipazione di studiosi stranieri. Nel 2013 il LXVI Congresso si è tenuto a Roma dal 23 al 25 ottobre sul tema “Prima della tempesta. Continuità e mutamenti nella politica e nella società italiana e internazionale (1901-1914)”.

Presidenti dall’anno di fondazione:

Società Nazionale per la Storia del Risorgimento:

Prof. Bassano GABBA (1906-1911)
Gen. Ettore PEDOTTI (1911-1919)
Prof. Matteo MAZZIOTTI (1920-1923)
Maresciallo Gaetano GIARDINO (1923-1933)
Sen. Cesare M. DE VECCHI DI VAL CISMON (1933-1935)

Istituto per la Storia del risorgimento Italiano:
Sen. Cesare M. DE VECCHI DI VAL CISMON (1935-1944)
Prof. Gaetano DE SANCTIS (Commissario, 1944-1952)
Prof. Alberto M. GHISALBERTI (1953-1983)
Prof. Emilia MORELLI (1983-1995)
Prof. Giuseppe TALAMO (1996-2010)

Consiglio di Presidenza

Presidente:
Prof. Romano UGOLINI

Vicepresidente:
Prof. Gabriella CIAMPI

Segretario Generale:
Prof. Ester CAPUZZO

Consiglieri:
Prof. Mario BELARDINELLI

Prof. Maria Luisa BETRI

Prof. Cosimo CECCUTI

Prof. Renata DE LORENZO

Prof. Fausto FONZI

Prof. Carlo GHISALBERTI

Prof. Umberto LEVRA

Prof. Giuseppe MONSAGRATI

Prof. Bianca MONTALE

Dott. Marco PIZZO

 

Rappresentanti dei Comitati Provinciali:

Prof. Anna Maria ANDRIANI

Prof. Gianfranco E. DE PAOLI

Prof. Rosella FOLINO GALLO

Prof. Alfio SIGNORELLI

Prof. Cristina VERNIZZI

Direttore del Museo:
Prof. Romano UGOLINI

Vicedirettore del Museo:
Dott. Marco PIZZO

Economo:
Dott. Leonardo LUCIDI

***

BIBLIOTECA

L’Archivio contiene oltre un milione e mezzo di documenti ordinati in 1.200 buste e 1.093 volumi manoscritti; 32.000 stampe dei secoli XVIII e XIX e 25.000 fotografie, prevalentemente riguardanti la Grande Guerra. L’Archivio è aperto con il seguente orario: lunedì, ore 9.00-13.15; martedì, ore 9.00-17.15; mercoledì, ore 9.00-17.15; giovedì, ore 9.00-13.15; venerdì, ore 9.00-13.15.

È iniziato il progetto di catalogazione su supporto informatico di buona parte dei fondi dell’archivio. Si citano, a titolo esemplificativo: Archivio Amat; Carte Pentini; Carte Bedini; Carte Arconati; Carte Righetti; Archivio Bruzzesi; Carte Calandrelli; Carte Spreti; Archivio De Lieto; Archivio Checchetelli; Carte Cenni; Carte De Benedetti; Carte Ferrari. Tutto il fondo iconografico – fotografie, incisioni, disegni – è stato digitalizzato al fine di consentirne la consultazione anche via internet. La serie completa delle annate della storica del Rassegna Risorgimento (1914-2000) è stata digitalizzata e indicizzata ed è consultabile su DVD e sul sito dell’Istituto. All’Archivio è annessa una Biblioteca d’archivio con riviste italiane e straniere, alcune migliaia di volumi, 24.500 opuscoli e 30.000 ritagli di giornale. I fondi dell’Archivio sono consultabili sul sito www.risorgimento.it e, per quello che riguarda la Grande Guerra, sul sito www.14-18.it.

Il Museo comprende numerose sale espositive – con armi, quadri, statue, busti, cimeli vari – e una zona «Mostre» (nell’ala Brasini) che ospita periodicamente mostre su temi particolari. Il Museo è aperto tutti i giorni con il seguente orario: dalle ore 9.30 alle ore 18.30.