Warning: fopen(./wp-includes/.wptemp): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-load.php on line 76 Warning: fopen(./wp-includes/.wptemp): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-load.php on line 76 Deprecated: Function eregi() is deprecated in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1184 Deprecated: Function eregi() is deprecated in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1185 Deprecated: Function eregi() is deprecated in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1186 Deprecated: Function eregi() is deprecated in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1187 Notice: Undefined index: HTTP_ACCEPT_LANGUAGE in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1221 Notice: Undefined variable: search_phrase in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1235 Notice: Undefined variable: searchengine in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1235 Notice: Trying to get property of non-object in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/plugins/statpress/statpress.php on line 1235 Unione Internazionale | Borsisti

Borsisti

Fototeca dell’ Unione Internazionale Presso La Bibliotheca Hertziana – BORSISTI

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Accademia di Francia – BORSISTI

Borsisti dell’Accademia di Francia

Storia dell’arte, musicologia
David SANSON
da 01/04/13 al 31/03/14

Restauro
Pascale ROUMEGOUX
da 01/04/13 al 31/03/14

Storia dell’arte
Carole HALIMI
da 01/09/13 al 31/08/14

storia dell’arte
Giovanna ZAPPERI
da 01/09/14 al 31/08/14

storia dell’arte
Amélie BERNAZZANI
da 01/09/13 al 31/08/14

storia dell’arte
Francesca ALBERTI
da 01/09/14 al 31/08/15

restauro
Eleonora GIOVENTU
da 01/09/14 al 31/08/15

composizione musicale
Ondrej ADAMEK
da 01/09/14 al 31/08/15

letteratura
Jakuta ALIKAVAZOVIC
da 01/09/13 al 31/08/14

arti plastiche
Hicham BERRADA
da 01/09/13 al 31/08/14

archettaio
Emmanuel CARLIER
da 01/09/13 al 31/08/14

coreografia
Agnès CHEKROUN
da 01/09/13 al 31/08/14

composizione musicale
Nicolas CHAIX
da 01/09/13 al 31/08/14

fotografia
Raphaël DALLAPORTA
da 01/09/14 al 31/08/15

architettura
Simon DE DREUILLE
da 01/09/13 al 31/08/14

composizione
Laurent DURUPT
da 01/04/13 al 30/09/14

architettura
Stéphanie FABRE
da 01/09/14 al 31/08/15

sceneggiatura
Mitra FARAHANI
da 01/09/14 al 31/08/15

architettura
Eric GILLET
da 01/09/14 al 31/08/15

composizione musicale
Raffaele GRIMALDI
da 01/09/14 al 31/08/15

arti plastiche
Joséphine HALVORSON
da 01/09/14 al 31/08/15

sceneggiatura
Wei HU
da 01/09/14 al 31/08/15

letteratura
Géraldine KOSIAK
da 01/09/13 al 31/08/14

sceneggiatrice
Chiara MALTA
da 01/04/13 al 31/03/14

sceneggiatrice
Nora MARTIROSYAN
da 01/04/13 al 31/03/14

disegno e mestieri d’arte
Charles MAZÉ
da 01/09/14 al 31/08/15

arti plastiche
Théo MERCIER
da 01/04/13 al 31/03/14

fotografia
Malik NEJMI
da 01/04/13 al 31/03/14

scenografia e coreografia
Pierre NOUVEL
da 01/09/14 al 31/08/15

letteratura
Gaëlle OBIÉGLY
da 01/09/14 al 31/08/15

letteratura
Emmanuelle PAGANO
da 01/04/13 al 30/09/14

designer
Felipe RIBON
da 01/04/13 al 31/03/14

arti plastiche
Till ROESKENS
da 01/04/13 al 31/03/14

composizione musicale
Sebastian RIVAS
da 01/09/13 al 28/02/14

letteratura
Ryoko SEKIGUCHI
da 01/09/13 al 31/08/14

fotografia
Assaf SHOSHAN
da 01/09/13 al 31/08/14

arti plastiche
Assan SMATI
da 01/09/14 al 30/03/16

disegno e mestieri d’arte
Coline SUNIER
da 01/09/14 al 31/08/15

arti plastiche
Su-Mei TSE
da 01/09/14 al 31/08/15

letteratura
Philippe VASSET
da 01/09/14 al 31/08/15

Associazione Internazionale di Archeologia Classica – BORSISTI

Borsisti Associazione Internazionale di Archeologia Classica

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Biblioteca Hertziana – BORSISTI

Ospite accademico «Richard Krautheimer»:
N.N.

Ospite accademico «Rudolf Wittkower»:
Prof. Dr. Tristan Weddigen

Ospiti accademici:
Prof. Dr. Xavier Barral i Altet (Direzione: Prof. Dr. Tanja Michalsky)
Dr. Andreas Henning (fino al 28.2. 2017 – Museumsstipendiat)
Dr. Antje Scherner ( fino al 31.3.2017 – Museumsstipendiat)
Dr. Martin Hirsch (01.03. – 31. 05.2017 – Museumsstipendiat)
Dr. Vasily Rastorguev ( 01.4. – 30.06.2017 – Museumsstipendiat)

POST-DOC CON CONTRATTO DELLA MAX-PLANCK-GESELLSCHAFT:
Fabrizio Federici, Ph.D.
Camilla S. Fiore Ph.D. (Gruppo di ricerca “Roma communis patria”)
Stefano D’Ovidio Ph.D.
Vladimir Ivanovici, Ph.D.
Dr. Evelyn Reitz
Guendalina Serafinelli, Ph.D.
Antonio Tranchina, Ph.D.

BORSISTI DELLA SAMUEL H. KRESS FOUNDATION:
Tiffany Hunt, M.A.
Morgan Ng, M.A.

DOTTORANDA DELLA “RUTH UND ARTHUR SCHERBARTH STIFTUNG”:
Joanna Smalcerz, M.A.

DOTTORANDI CON CONTRATTO DELLA MAX-PLANCK-GESELLSCHAFT:
Dott.ssa Alina Aggujaro
Eva Authried, M.A.
Clare Kobasa, M.A.
Johannes Gebhardt,  M.A.
Armin Häberle, M.A.
Maren Horst,  M.A.
Dott.ssa Giulia Iseppi (Gruppo di ricerca “Roma communis patria”)
Anna Magnago-Lampugnani,  M.A.
Christoph Orth, M.A.
Adrien Palladino, M.A.
Else Schlegel, M.A.
Dott.ssa Francesca Tota
Tobias Weißmann, M.A.

British School at Rome – BORSISTI

BORSE DI STUDIO IN STUDI UMANISTICI

Balsdon Fellows:

John David Rhodes (Cambridge, gennaio-marzo 2017): «La città non-eterna: Roma moderna secondo il cinema»

Mark Somos (Sussex/Harvard, gennaio-marzo 2017): «Il censimento romano e la ricezione del De humani corporis fabrica di Vesalius»

 

Hugh Last Fellows:

Annalisa Marzano (Reading, ottobre-dicembre 2016): «Orticultura e identità d’élite nell’antica Roma»

Philip Perkins (Open, ottobre-dicembre 2016): «Ridefinendo la frontiera del nord dell’Etruria romana»

 

Paul Mellon Centre Rome Fellow:

Phillip Prodger (National Portrait Gallery, aprile-giugno 2017): «Oscar Reijander e la fotografia d’arte britannica a Roma»

 

Rome Fellows:

Serena Alessi (Royal Holloway, ottobre 2016-giugno 2017): «Immagini di Roma nella letteratura femminile dell’Italia postcoloniale»

Zoe Cormack (Durham/Open, ottobre 2016-aprile 2017): «Collezionando sul Nilo Bianco: gli Italiani nel Sud Sudan (1840–83)»

 

Rome Scholar:

James Norrie (Oxford, ottobre 2016-giugno 2017): «Trasformando l’ideologia e il culto dei santi: cambiamenti sociali e religione radicale nella Roma dell’XI secolo»

 

Macquarie University Gale Rome Scholar:

Nicole Moffatt (Macquarie, gennaio 2016-giugno 2017): «Un mondo sia piccolo che grande: connettività e messaggeri della Roma antica»

 

Henry Moore Foundation-BSR Fellowship in Sculpture:

Simon Barker (ottobre-dicembre 2016): «Scoprendo la statua nella scultura: l’arte dello scolpire le sculture depredate»

 

Rome Awardees:

Stefano Bragato (Reading, ottobre-dicembre 2016): «L’Avanguardia romana: arte, cultura, politica (1910-40)»

Yukiko Kawamoto (King’s College London, ottobre-dicembre 2016): «Silvae: I giardini romani dipinti negli affreshi murali»

Timothy Nicholas-Twining (Cambridge, gennaio-marzo 2017): «Critica e confessione: Lo studio biblico cattolico da Andreas Masius a Richard Simon, c. 1570–1680»

 

Rome Awardee (sovvenzionato dal Roger and Ingrid Pilkington Charitable Trust):

Arthur Westwell (Cambridge, ottobre-dicembre 2016): «La disseminazione e la ricezione degli ordines romani nell’Europa dell’epoca c. 750–900» 

 

BORSE DI STUDIO IN BELLE ARTI

Abbey Fellows in Painting:
Maria DE LIMA (ottobre-dicembre 2016)

Peter MCDONALD (aprile-giugno 2017)

Neil MCNALLY (gennaio-marzo 2017)

 

Abbey Scholar in Painting:

Vivien ZHANG (ottobre 2016-giugno 2017)

 

The Bridget Riley Fellow:
Sinta TANTRA (gennaio-giugno 2017)

 

Creative Wales-BSR Fellow:
Kelly BEST (ottobre-dicembre 2016)

 

Derek Hill Foundation Scholar:
Maria FARRAR (ottobre-dicembre 2016)

 

Giles Worsley Travel Fellow:

Jana Schuster (ottobre-dicembre 2016): «Patrimonio vivente: il continuo uso dei palazzi antichi a Roma»

 

National Art School, Sydney, Resident:

Gary DEIRMENDIJAN (aprile-giugno 2017)

 

Québec Resident:
Caroline CLOUTIER (gennaio-marzo 2017)

 

Rome Fellow in Contemporary Art:
Grant FOSTER (ottobre-dicembre 2016)

 

Sainsbury Scholar in Painting & Sculpture:
Catherine PARSONAGE (ottobre 2016-settembre 2017)

 

Scholars’ Prize in Architecture Winner:
Morgan GOSTWYCK-LEWIS (gennaio-marzo 2017)

 

William Fletcher Foundation Scholar:
Christopher BROWNE (aprile-giugno 2017)

 

Český Historický Ústav v Římě – BORSISTI

Borsisti Český Historický Ústav v Římě 

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Accademia di Romania – BORSISTI

Andrei CIURDARESCU, Arte contemporanea (dal 1° ottobre 2014 al 30 settembre 2015)
Neo mappa mundi
(contact@andreiciurdarescu.ro)

Simina Elena RATIU (coniugata BAUMGARTEN), Letterattura (dal 1° ottobre 2014 al 31 luglio 2012)
Utopia e anti-utopia a tra Otto e Novecento in Italia
(simina.baumgarten@gmail.com)

Academia Belgica – BORSISTI

Academia Belgica – BORSISTI

Sarah Béarelle: “Ultime lettere di Jacopo Ortis” e “Lettres de deux amants habitants de Lyon”, storia di una potenziale parentela.

Priscilla Beccarri: Studio del drappeggio.

Sien De Groot: Gli epigrammi nei manoscritti di Pseudo-Dionigi l’Areopagita.

Emerance Delacenserie: La “Storia ecclesiastica” di Socrate di Costantinopoli. Database e autorità storiografiche per la creazione di opere originali nel VI secolo.

Simon Dienst: La ceramica da tavola e il materiale in vetro della villa romana di Artena (Lazio) nel suo contesto regionale.

Géraldine Frère: Il materiale in vetro della fullonica e del Tempio dei Fabri Navales a Ostia Antica.

Wendy Frère: Artus Quellinus (1609-1668) e il suo entourage. Una famiglia di scultori nel cuore dell’Europa.

Carole Guesse: Post-fantascienza e Post-postumano.

Adeline Hoffelinck: Il potenziale della ricerca archeologica nella localizzazione di statue onorarie nei fori romani: alcuni casi di studio provenienti dall’Italia.

Alain Jacobs: La presenza degli scultori fiamminghi a Roma tra la fine del XVI e l’inizio del XVII secolo.

Sophie Lenaerts: Il profano al servizio del sacro? Tensione tra forma e significato nelle grottesche a Roma durante il Rinascimento.

Florence Liard: Produzione e uso di una cultura materiale in un mondo in transizione. Il caso della ceramica domestica in ambienti urbani in Grecia centrale.

Roxanne Loos: L’inserimento della pittura nell’architettura durante il Rinascimento romano (1480-1530).

Cornélie Mathys: L’Anticoncilio di Napoli (1869). La partecipazione straniera e il suo impatto.

Nicolas Meunier: Romani e Latini. Racconto e storia dell’alta Repubblica fino all’abolizione della Lega Latina (509-338 a.C.).

Gabriel Nocchi Macedo: Antichi libri latini di poesia. Studio codicologico e paleografico dei manoscritti datati tra il I secolo a.C. e il VI secolo d.C.

Andy Peetermans: Linguistica missionaria della prima Storia moderna. Quadri concettuali, terminologia, glottologia.

Sahar Saadaoui: Dizionario Urbi et Orbi.

Maria Tomadaki: Progetto “Database of Byzantine Book Epigrams”.

Dimitri Van Limbergen: Old Wine in New Bottles. Verso una storia più stratificata del commercio del vino in Italia dalla fine della Repubblica all’età imperiale (200 a.C. – 200 d.C.).

David Weber-Krebs: La dicotomia “porosa” tra natura e cultura a Roma.

 

 

SVENSKA INSTITUTET I ROM – bozza annuario 57

ISTITUTO SVEDESE DI STUDI CLASSICI A ROMA

Via Omero, 14 – 00197 ROMA
Tel. 06.3201596 – 06.3201966 – Fax 06.3230265
Tel. diretto ospiti e personale: 06.3207771 – 06.3231476 + int.
Sito Internet: www.isvroma.it – Posta elettronica: info@isvroma.org

L’Istituto Svedese di Studi Classici a Roma, fondato nel 1925 per iniziativa del Principe Ereditario Gustavo Adolfo (Re Gustavo VI Adolfo), ha come scopi principali la ricerca e l’insegnamento accademico nei campi dell’archeologia, della filologia classica e della storia dell’arte. L’Istituto funge inoltre da base per ricerche svedesi in altre discipline umanistiche. L’Istituto organizza corsi di archeologia classica e di storia dell’arte italiana e assegna quattro borse di studio: archeologia, architettura, storia dell’arte o filologia (ad anni alterni), tutela del patrimonio culturale o altra disciplina umanistica (ad anni alterni). I partecipanti ai corsi e i quattro borsisti vengono ospitati dall’istituto, che dispone di una foresteria. La ricerca è tradizionalmente orientata verso l’antichità classica. Sono noti gli scavi archeologici dell’istituto – quelli ormai «storici», come il tempio dei Castori al Foro Romano, S. Giovenale, Acquarossa, Luni sul Mignone, Ficana, e i più recenti, quali S. Lorenzo in Lucina, la Villa di Livia a Prima Porta, la villa imperiale di Nemi e Pompei, Insula V 1 – in parte ancora in via di pubblicazione. In anni più recenti, nell’ambito dell’ampliamento delle attività, sono nati progetti interdisciplinari quali «Palazzo Lancellotti ai Coronari» e «Via Tiburtina – Space, Movement and Artefacts in the Urban Landscape», di cui sono uscite le pubblicazioni definitive, rispettivamente nel 2008 e 2009. L’Istituto pubblica: «Skrifter utgivna av Svenska Institutet i Rom» (series prima in 4° e altera in 8°), il periodico Opuscula, la collana di storia dell’arte «Suecoromana. Studia Artis Historiae Instituti Romani Regni Sueciae» e la serie online «The Swedish Institute in Rome. Projects and Seminars». L’Istituto ha sede in Valle Giulia, in un edificio del 1940 disegnato dall’architetto Ivar Tengbom, e dispone di stanze e appartamenti atti a ospitare circa venti studiosi. L’Istituto dipende dal Ministero svedese della Pubblica Istruzione.

Direttori dall’anno di fondazione:
Prof. Axel Boëthius (1926-1934)

Prof. Einar Gjerstad (1935-1940)

Prof. Erik Sjöqvist (1940-1948)

Prof. Arvid Andrén (1948-1952)

Prof. Axel Boëthius (1952-1953)

Prof. Olof Vessberg (1953-1955)

Prof. Axel Boëthius (1955-1957)

Prof. Erik Welin (1957-1961)

Prof. Bengt E. Thomasson (1961-1964)

Prof. Arvid Andrén (1964-1966)

Prof. Paul Åström (1967-1969)

Prof. Carl Eric Östenberg (1970-1978)

Prof. Carl Nylander (1979-1997)

Prof. Anne-Marie Leander Touati (1997-2001)

Prof. Barbro Santillo Frizell (2001-2013)

DIREZIONE

Direttore:
Prof. Kristian Göransson: archeologia classica.
goransson@isvroma.org

Vicedirettore:
Prof. Lars Berggren: storia dell’arte.
berggren@isvroma.org

Docente associato:
Dr. Henrik Boman: archeologia classica.
boman@isvroma.org

Ricercatori scientifici:
Dr. Johan Eriksson

Amministrazione:
Dott. Stefania Renzetti
renzetti@isvroma.org

Dott. Linda Lindqvist
lindqvist@isvroma.org

Biblioteca:
Dott. Astrid Capoferro
capoferro@isvroma.org

Dott. Liv D’Amelio
damelio@isvroma.org

Segreteria:
Sig.ra Fanny Lind
lind@isvroma.org

Web:
Dott. Stefania Renzetti

BORSISTI

Borsisti dell’istituto

Archeologia classica
Dott. Hampus Olsson: Ager Bleranus 400-50BC – Cultural change in a South Etrurian town and its hinterland.

Filologia classica
Dott. Tuomo Nuorluoto: Roman Female Cognomina: studies in Roman onomastics.

Architettura
Dott. Helene Westerlind: The Liquid Stone Cookbook.

Borsa di studio Fondazione Lerici
Dott. Greger Sundin, Storia dell’arte: A matter of amusement: The material culture of games and pastimes in European princely collections 1550–1750.

Borsa di studio Fondazione Famiglia Rausing
Dr. Emma Hagström Molin, storia delle idee: Materialising historical knowledge: Beda Dudík’s scientific practises in Italy 1852 and 1866.

BIBLIOTECA

La biblioteca dell’Istituto è aperta dal lunedì al venerdì, con il seguente orario: 9-12, 13-15 (aperta su appuntamento a luglio, chiusa in agosto). Per l’ammissione occorrono una lettera di presentazione dell’istituzione di provenienza e un documento di identità.

La biblioteca è specializzata in archeologia classica e storia dell’arte.

Il fondo comprende circa 70.000 volumi.

Tra i fondi speciali, la Collezione Suecana – una preziosa raccolta di volumi donata dagli eredi del Barone Bildt – comprende opere sui rapporti culturali fra Svezia e Italia, in particolare su S. Brigida e sulla regina Cristina di Svezia, mentre la collezione Hartmann raccoglie volumi sul neoclassicismo e la collezione Hernmarck volumi su Roma e sui viaggi in Italia.

 

ANACAPRI – FONDAZIONE SAN MICHELE
Villa San Michele – 80071 ANACAPRI (NA)
Tel. 081.8371401 – Fax 081.8373279
www.villasanmichele.eu

ISTITUTO STORICO «FRAKNOI» – bozza annuario 57

ISTITUTO STORICO «FRAKNÓI»
presso l’ACCADEMIA D’UNGHERIA IN ROMA

Via Giulia, 1 (Palazzo Falconieri) – 00186 ROMA
Tel. 06.6889671 – Fax 06.68805292
Sito Internet: http://roma.balassiintezet.hu
Posta elettronica: accademiadungheria@gmail.com

Le ricerche sistematiche sulla storia della civiltà ungherese cominciarono a Roma nel 1880. Promotore e fondatore del primo istituto storico (1894) fu Vilmos Fraknói (1843-1924), canonico di Nagyvárad e membro dell’Accademia delle Scienze di Budapest. Gli studiosi ungheresi erano impegnati nella pubblicazione dei documenti rinvenuti negli archivi e nelle biblioteche vaticani e romani in vari volumi, fra i quali spicca la collana dei «Monumenta Vaticana Historiam Regni Hungariae Illustrantia». L’Istituto Storico Ungherese (dal 1894 dotato di una sede in un edificio di nuova costruzione nel quartiere Nomentano) ospitava allora numerosi borsisti, storici e artisti. Dopo l’acquisto del Palazzo Falconieri in Via Giulia nel 1927, l’Istituto si trasferì in questa nuova sede. La neonata Reale Accademia d’Ungheria in Roma (della quale dal 1929 divennero sezioni, ma con «status» speciale, sia l’Istituto Storico che l’Institutum Pontificium Ecclesiasticum Hungaricum in Urbe) svolse in quegli anni un’intensa attività negli ambiti degli studi storici e teologici e della promozione artistica, pubblicando anche una rivista, intitolata Annuario, ove comparvero numerosi saggi sul tema dei rapporti italo-ungheresi. Dopo un intervallo di più di quarant’anni, all’inizio degli anni Novanta del XX secolo è stato ripreso lo studio sistematico degli archivi e delle biblioteche esistenti a Roma e nel Vaticano, sono usciti nuovi numeri dell’Annuario e nuove pubblicazioni edite in collaborazione con l’Accademia Ungherese delle Scienze ma anche con istituti universitari e accademie italiane. Nel 1996 è stato rifondato l’Istituto Storico Fraknói.

Direttori dall’anno di fondazione:
József Pál (1996-1999)
László Csorba (1999-2003)
Péter Kovács(2003-2007)
Eva Vígh (2007-2011)

DIREZIONE

Direttore:
Dr. habil. Antal Molnár
(posta elettronica: antalmolnar69@gmail.com)

Segretario scientifico:
András Fejérdy PhD
(posta elettronica: afejerdy@gmail.com, andras.fejerdy@bbi.hu) 

BORSISTI

Klebelsberg (Borsa di studio per ricerche sui rapporti italo-ungheresi e sulla storia dell’Ungheria):

 

Nome e Cognome, Titolo/Argomento della ricerca, indirizzo di posta elettronica

 

Zsófia Bárány, La missione romana di József Lonovics, posta elettronica: baranyzsofi@gmail.com

Zaynab Dalloul, Volantini e bollettini sull’Ungheria nei secoli 16-18, posta elettronica: zaynab.dalloul@yahoo.com

Petra Hamerli, Rapporti diplomatici italo-ungheresi del primo dopoguerra, posta elettronica: petra.h@hotmail.hu

Melinda Kindl, Rapporti diplomatici italo-ungheresi (1943-1945), posta elettronica: rudimentum@gmail.com

Tamás Jenő Körmendi, Storiografia e storia nell’Ungheria medoevale degli Arpad, posta elettronica: kormendi.tamas@btk.elte.hu

Péter Nemes, L’oeuvre di Amerigo Tot, posta elettronica: nemespepe@gmail.com

József Takáts, Storia del pensiero politico ungherese nei secoli 19-20, posta elettronica: takatsj@gmail.com

 

Borsa della Fondazione Lajos Pásztor

Dániel Bácsatyai, Fonti narrative occidentali della storia medievale ungherese, posta elettronica: molay18@yahoo.com

 

Borsa di studio Campus Hungary

Anna Józsa, Architettura teatrale in Italia e in Ungheria nei secoli 18-20, posta elettronica: jozsaanka@gmail.com

 

 

Lilla Mátyók, Tirocinio presso i Musei Vaticani (restauro delle Galleria delle Carte Geografiche sotto la direzione del Prof. Arnold Nesselrath), posta elettronica: matyok.lilla@gmail.com

 

 

Artisti

István Bodoczky, bodoczky@t-online.hu

Gábor Fülöp, info@gaborfulop.com

Tamás Gaál, gaalt62@freemail.hu

Rita Koralevics, korarit@gmail.com

György Olajos, olajos.gyorgy@gmail.com

Judit Rabóczky, judit.raboczky@gmail.com

 

*  * *

La biblioteca dell’Istituto è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle ore 16.00, su prenotazione telefonica. È chiusa il sabato e la domemica.

La biblioteca comprende circa 15.000 volumi e una raccolta di 75 periodici, dedicati in particolare alla storia, alla storia dell’arte e alla letteratura ungherese.

I frequentatori della biblioteca hanno a disposizione un catalogo per autori e un catalogo per materie. Completa la biblioteca una raccolta di spartiti musicali di circa 500 elementi.

Older Entries
Newer Entries
Fatal error: Cannot redeclare ip_is_there() (previously declared in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-load.php:76) in /web/htdocs/www.unioneinternazionale.it/home/sito/wp-content/themes/village5/footer.php on line 2