Author: IstItaNumismatica

Istituto Italiano di Numismatica – Corsi di Formazione

Istituto Italiano di Numismatica – BORSISTI

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

Borsa di Studio
Nome/Cognome
da xx/xx/xx al xx/xx/xx

ISTITUTO ITALIANO DI NUMISMATICA – bozza annuario 57

ISTITUTO ITALIANO DI NUMISMATICA

Palazzo Barberini, Via Quattro Fontane, 13 – 00184 ROMA
Te1. e Fax 06.4743603
Sito Internet: www.istitutoitalianonumismatica.it
Posta elettronica: istituto@istitutoitalianonumismatica.it

Fondato nel 1912 come associazione privata, l’Istituto Italiano di Numismatica fu poi costituito in Istituto nazionale con R.D.L del 3 febbraio 1936, n. 223, convertito in legge con L. 28 maggio 1936, n. 1077; posto alle dipendenze della Giunta Centrale per gli Studi Storici, come questa è vigilato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. È retto da un Consiglio direttivo composto dai presidenti dei quattro Istituti storici nazionali, dal presidente dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte, e da due esperti nominati con decreto del Ministro per i Beni e le Attività Culturali. Con le stesse modalità è nominato Presidente uno dei Consiglieri. Suo principale compito istituzionale è la promozione della ricerca scientifica, relativamente al settore della numismatica. A tal fine collabora con le Soprintendenze, i musei, le Università, i centri di ricerca, italiani ed esteri. D’intesa con il Museo «G. Filangieri» di Napoli e la Commission Internationale de Numismatique, nel 1965 l’Istituto ha creato in Napoli il Centro Internazionale di Studi Numismatici, del cui Consiglio direttivo è membro di diritto. I risultati delle ricerche promosse dall’Istituto danno luogo a convegni e pubblicazioni. Tra queste ha periodicità annuale la rivista Annali (57 annate pubblicate). Nella collana «Studi e Materiali» sono editi lavori monografici, atti di convegni, cataloghi di collezioni, opere miscellanee e la serie sui rinvenimenti monetali da Pompei. Gli Atti dei Convegni del Centro di Napoli costituiscono una seconda collana.

Presidenti dall’anno della costituzione in Istituto Nazionale:

Prof. Amedeo Maiuri (dal 1936)
Prof. Cesare M. De Vecchi di Val Cismon (dal 1939)
Prof. Secondina L. Cesano (reggente dal 1943)
Prof. Gaetano De Sanctis (commissario straordinario dal 1944)
Dott. Francesco Pellati (commissario governativo dal 1952)
Prof. Aldo Ferrabino (commissario governativo dal 1958)
Prof. Laura Breglia (dal 1962 al 1991)
Prof. Attilio Stazio (1991-2010)

CONSIGLIO DIRETTIVO

Presidente f.f.:
Prof. Sara Sorda

Membri:
Prof. Andrea Giardina, quale presidente dell’Istituto Italiano per la Storia Antica.
Prof. Massimo Miglio, quale presidente dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo.
Prof. Marcello Verga, quale presidente dell’Istituto Storico Italiano per l’Età Moderna e Contemporanea.
Prof. Romano Ugolini, quale presidente dell’Istituto per la Storia del Risorgimento Italiano.
Prof. Adriano La Regina, quale presidente dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte.
Prof. Nicola Parise, quale esperto.

* * *

La biblioteca comprende oltre 22.000 volumi ed è specializzata nei campi della numismatica, della storia della moneta, della storia economica, della metrologia ponderale, con ampio orizzonte geografico e cronologico. Un apposito settore è dedicato alla medaglia.

Molto ricca e aggiornata è inoltre la raccolta dei cataloghi delle aste di monete battute in Italia e all’estero, la cui utilità per gli studiosi travalica la possibilità di conoscere i movimenti del mercato antiquario.

È disponibile un settore di informazione e documentazione bibliografica specificamente dedicato ai ripostigli monetali rinvenuti in Italia.

La Biblioteca è aperta al pubblico: di norma il lunedì e il martedì dalle ore 9.00 alle 14.00; il giovedì e il venerdì dalle ore 9.00 alle 16.30.

Agli studenti si richiede una lettera di presentazione di un docente universitario.

La fototeca comprende riproduzioni di monete e medaglie ed è in massima parte informatizzata.

È aperta alla consultazione pubblica negli stessi giorni di apertura della biblioteca, previo accordo con la direzione.

La collezione di medaglie italiane dei secoli XIX – primi decenni del XX è ordinata e fotografata; ne è in corso la pubblicazione. Può essere consultata dagli studiosi che ne facciano richiesta scritta.